cadiprof 728

Con risposta n. 176 del 10 giugno 2020, l’Agenzia delle Entrate conferma il diritto di usufruire dell’Art-bonus alle fondazioni di diritto pubblico avente scopo di far rivivere beni di particolare interesse storico ed artistico, ai sensi del d.lgs. n. 42 del 2004.

In particolare, l’Agenzia delle Entrate ha dato ragione all’interpretazione data dalla Fondazione istante la quale ritiene che le erogazioni liberali in denaro effettuate da terzi al fine specifico di “sostenere” il complesso monumentale di appartenenza pubblica possano fruire dei benefici fiscali previsti dall’articolo 1 del d.l. n. 83 del 2014, in quanto il destinatario della liberalità ha caratteristiche tali dalle quali è possibile desumerne, comunque, la natura sostanzialmente pubblicistica.

 

Per approfondimento: Risposta all’interpello n. 176 del 2020

confedertecnica